Attività

 

L’ambiente, nel metodo Montessori, riveste una parte fondamentale. è l’ambiente stesso infatti che permette lo sviluppo libero del bambino, garantendogli la libera espressione e di svolgere attività alla sua portata soddisfando i propri bisogni.

L’ambiente proposto è a misura di bambino, ciò garantisce sicurezza e aiuta il bambino ad agire in modo autonomo.

“C’è un presupposto indispensabile per realizzare una scuola autenticamente montessoriana, ed è quello della massima fiducia nell’interesse spontaneo del bambino, nel suo impulso naturale ad agire e conoscere.
Se è posto in un ambiente adatto, scientificamente organizzato e preparato, ogni bambino, seguendo il proprio disegno interiore di sviluppo e i suoi istinti-guida, accende naturalmente il proprio interesse ad apprendere, a lavorare, a costruire, a portare a termine le attività iniziate, a sperimentare le proprie forze, a misurarle e controllarle”

“Aiutami a fare da solo” (Maria Montessori)

 

Il Nido

La struttura si suddivide su due piani che ospita fasce di età diverse. Al piano inferiore vengono accolti bambini dai 4 mesi ai 18/ 20 mesi circa ed il piano superiore è dedicato ai bambini tra i 18/20 mesi fino ai 30 mesi. Quando i bambini si avvicinano ai tre anni di età vengono accolti nella struttura di Bioggio accompagnati dalla propria educatrice.

Entrambi i piani dispongono di un locale attività e pranzo e di una camera del riposo.

 

Attività

Nel locale dei bambini tra i 4 mesi e i 18/20 mesi circa è presente un angolo morbido con specchiera e corrimano dotato di materiali per l’esplorazione sensoriale (cestino dei tesori, strumenti musicali, stoffe, bottigliette colorati….). Questo spazio protetto è dedicato principalmente ai lattanti e ai bambini che non hanno ancora raggiunto la stabilità motoria.

Per i bambini che iniziano a spostarsi autonomamente nello spazio gattonando o camminando sono presenti arredi per lo sviluppo e il perfezionamento dell’equilibrio (mobili primi passi o pedane e barre), materiali per i primi lavori della mano (infilare e sfilare, grandi travasi e piccoli esercizi di vita pratica).

Nei locali superiori sono presenti attività che rafforzano le abilità consolidate precedentemente e favoriscono lo sviluppo di nuove.

Le attività principali riguardano la sfera del controllo oculo-manuale ( infilare e sfilare…)

Il linguaggio: ( libri con immagini simili alla realtà, nomenclature con immagini reali, e tutti i giorni le educatrici conducono all’arricchimento del linguaggio parlando in modo accurato e corretto con i bambini, utilizzando anche filastrocche e canzoncine… ) .

La sfera di vita pratica ( aprire e chiudere, avvitare e svitare, allacciare, afferrare, piegare, pulire…)

 

La casa dei bambini

La struttura è suddivisa su tre piani:
Il piano inferiore è un unico ampio locale dove vengono effettuate le attività in piccoli o in grandi gruppi, quali musica, psicomotricità, laboratori ecc

Il primo piano è suddiviso in 5 locali cosi ripartiti: spogliatoio, accoglienza, locale delle attività e del pranzo, camera del sonno e bagno.

Terzo piano è suddiviso in 3 stanze locale delle attività e del pranzo, bagno e camera del sonno e un ampia terrazza.

Le attività:

Spazio delle attività della vita pratica (spazzare, spolverare, lavare, stendere, travasare, versare, aprire-chiudere (scatole, vasetti, lucchetti, cassetti,…) allacciare, tagliare, incollare, piegare, arrotolare-srotolare il tappeto, spazzolare, pettinarsi, vestirsi, lavarsi, apparecchiare-sparecchiare la tavola, servire il pasto, preparare i biscotti, curare l’orto, piantare, annaffiare…

Angolo di botanica ( prendersi cura della piante, nomenclature delle parti che compongono le piante, cassettiera con incastri )

Spazio del gioco simbolico ( gioco di libera espressione ed immaginazione “far finta di…”

Attività manipolatorie e grafico-pittoriche ( pasta di pane, farina, schiuma) ed ( acquarelli, tempere, pennarelli…)

Spazio esterno con i piccoli animali domestici e giardinaggio:

All’esterno dell’asilo è stato creato uno spazio con dei piccoli animali (conigli, galline,…) affinché i bambini possano conoscere la vita evolutiva ed imparare dai piccoli gesti ad occuparsi degli animali e dell’importanza di prendersene cura.

Una piccola parte del terreno è stata dedicata alla coltivazione dell’orto. In questa attività i bambini possono mettere in pratica ciò che hanno appreso durante le lezioni di botanica sperimentando il ciclo di vita delle piante, dalla semina al raccolto.

Angolo materiali scientifici:

Materiale sensoriale: torre rosa, scala marrone, cilindri colorati, scatole spolette colorate,scatole sonore, barattoli olfatto, tavolette liscio-ruvido, aste della lunghezza, incastri solidi, incastri piani, solidi geometrici.

Materiale di psico-aritmentica: aste numeriche, fuselli, marchette, presentazione sistema decimale, cifre smerigliata, tavole Sèguin, Serpente.

Materiale psico-grammatica: incastri di ferro, lettere smerigliate, tombola delle lettere, alfabetario mobile grande, lavagna con gesso pre-grafismo.

Psicomotricità: la nostra educatrice Jessica con formazione di psicomotricista, si occupa di sviluppare un percorso garantendo un momento pensato ed atteso dove la libera espressione corporea è l’obiettivo principale.le regole del rispetto dell’altro e degli oggetti, dell’attesa contribuiscono alla crescita e allo sviluppo personale nonché della convivenza e del vivere insieme consolidando man mano gli schemi motori di base, l’equilibrio, l’esplorazione del ritmo e dello spazio.

Musica: Francesca, l’insegnante di musica,conduce i bambini alla scoperta dei suoni e dei vari strumenti musicali. I bambini possono sperimentarsi con la ritmica e con il canto.

Lingua straniera: attraverso dei piccoli percorsi sottoforma di gioco i bambini iniziano ad avvicinarsi alla lingua inglese.

Campo estivo : da giugno a fine agosto vengono tolti i materiali montessori e vengono proposte differenti attività creative e ricreative : Gite, Piscina, Pittura , Giochi di gruppo, danze…

IL PRANZO:

La struttura è dotata di una cucina interna che si occupa di preparare cibi freschi tutti i giorni sia per lo svezzamento dei piu piccoli sia per i bambini piu grandi. La nostra cuoca Angela redige il menu mensilmente.

Il momento del pranzo costituisce uno degli aspetti significativi della vita al nido sia rispetto il benessere fisico sia rispetto l’autonomia e la convivialità.

Per i piccolissimi l’alimentazione è un momento di intimità con l’adulto che si prende cura di lui . Diventa dunque importante rispettare i suoi tempi, i ritmi ed i cambiamenti che avvengono di giorno in giorno, soprattutto in fase di svezzamento

Per i bambini più grandi l’alimentazione riveste il ruolo di grande opportunità per sperimentare il desiderio di autonomia. Imparare a mangiare da soli, prima con le mani e poi utilizzando progressivamente il cucchiaio, la forchetta, il bicchiere, ecc.) è una conquista importante che fortifica l’identità personale del bambino.

L’utilizzo inoltre di stoviglie in ceramica, vetro e metallo, permettono al bambini di raffinare i movimenti anche quando si nutrono.

RIPOSO:

La camera del riposo è fornita rispettivamente di culle per il nido e di lettini per i più grandi. La nostra routine prevede che il riposo venga effettuato dopo il pranzo, ma è accessibile in ogni momento della giornata per i bambini che necessitano di riposare secondo i propri ritmi e bisogni.

I bambini vengono accompagnati durante il loro riposo da un’educatrice, di norma sempre la stessa per garantire la fiducia e la sicurezza. Il tempo del riposo è individuale o concordato con le famiglie. Generalmente viene rispettato il sonno del bambino.
“Il bambino è padre dell’umanità e della civilizzazione, è il nostro maestro, anche nei riguardi della sua educazione”